TikTok e Instagram, tornano le canzoni di Taylor Swift e nudi oscurati

Apr 12, 2024 | Blog, Social Trends

Scritto da:

Avatar photo

Margherita Ferrera

Web editor & Seo Copywriter

In queste ore sono arrivate due novità importanti che riguardano le due piattaforme social principali, TikTok e Instagram. Su TikTok sono tornate inaspettatamente le canzoni di Taylor Swift, mentre Instagram ha annunciato che oscurerà le foto di nudo per tutelare maggiormente gli utenti minorenni.

Il ritorno della musica di Taylor Swift

Da ieri le canzoni di Taylor Swift, probabilmente la cantante più famosa ed ascoltata in tutto il mondo, sono di nuovo disponibili su TikTok, in una mossa davvero inaspettata.

Da alcuni mesi, infatti, la piattaforma social è coinvolta in una disputa legale con Universal Music Group (UMG), tra le principali etichette discografiche del mondo. A febbraio UMG ha deciso di non rinnovare l’accordo perché ritiene di non essere pagata abbastanza da TikTok per l’utilizzo dei suoi brani sul social. Perciò dal 1° marzo le canzoni che fanno parte del catalogo di UMG sono scomparse dal social e la disputa è ancora in corso.

C’è da dire che il ritorno delle canzoni di Swift ha un tempismo perfetto. Il nuovo album della cantante, The Tortured Poets Department, uscirà il 19 aprile, proprio tra una settimana. È probabile quindi la scelta non è stata fatta casualmente, ma è una strategia di comunicazione e marketing ben precisa. TikTok è un ottimo mezzo per condividere e promuovere i contenuti musicali, è amatissimo dai suoi fan e in passato Swift aveva stretto una partnership con il social per la promozione di un altro suo album, Midnights.

Instagram offuscherà le immagini di nudo

Per tutelare maggiormente gli utenti minorenni, Instagram offuscherà le immagini di persone nude mandate nei messaggi privati degli utenti più giovani. La nuova funzione è in fase di test e sarà introdotta gradualmente nei prossimi mesi.

La nuova funzione offuscherà “le immagini rilevate come contenenti nudità e incoraggia le persone a pensarci due volte prima di inviare immagini di nudo” agli utenti minori di 18 anni. Questo filtro verrà attivato di default su tutti gli account appartenenti ad utenti minorenni per proteggerli non solo dalla possibilità di ricevere immagini intime non volute da sconosciuti, ma anche dalla possibilità di finire vittime di sextortion.

La sextortion, spiega la Polizia di Stato, è una forma di ricatto online in cui le vittime ricevono insistenti richieste “di soldi, anche piccole somme, per fermare la pubblicazione di contenuti a sfondo sessuale sui social e sulle chat, comprese quelle di genitori, amici e parenti della vittima”.

Quando un minorenne riceverà o invierà un’immagine di nudo, “questa viene automaticamente sfocata da una schermata di avviso, in modo che il destinatario […] possa scegliere se visualizzarla o meno. Verrà inoltre mostrato un messaggio che incoraggia a non sentirsi obbligati a rispondere, con la possibilità di bloccare il mittente e segnalare la chat”.

Prodotti consigliati

Corso di Formazione

Diventa un esperto di Seo Specialist inizia la tua carriera da Copywriter

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

In collaborazione con