TikTok, continuano i guai per il social in Europa a causa di una nuova funzionalità

Apr 24, 2024 | Blog, Social Trends

Scritto da:

Avatar photo

Margherita Ferrera

Web editor & Seo Copywriter

TikTok è di nuovo nei guai in Europa. La Commissione Europea ha aperto un’indagine formale sulla funzionalità Task and Reward Program presente nella sua nuova app TikTok Lite perché avrebbe violato il Digital Services Act (DSA). La funzionalità, disponibile solo in Francia e Spagna, spinge gli utenti a consumare più contenuti possibili e compiere altre azioni in cambio di un ricompenso economico.

Come funziona Task and Reward Program di TikTok Lite

Lunedì 22 aprile la Commissione Europea ha annunciato l’apertura di un’indagine su TikTok Lite, una versione dell’app disponibile in Francia e Spagna che è sostanzialmente identica a TikTok ma con una differenza: la funzionalità Task and Reward Program. In poche parole, più si usa la app, più si accumulano punti che possono essere convertiti in buoni Amazon o carte regalo PayPal.

Per attivare questa sorta di programma fedeltà, l’utente deve accedere su TikTok per almeno 10 giorni di fila. Una volta iscrittosi al programma, l’utente deve compiere determinate azioni suggerite da TikTok Lite: accedere quotidianamente all’app, mettere “like” ai video, seguire alcuni account e invitare gli amici ad unirsi a TikTok.

L’obiettivo giornaliero è di 3.600 monete (0,36 euro), cioè un’ora di visione di nuovi video, “con livelli di ricompensa e un indicatore onnipresente sullo schermo che si riempie con l’avanzare del tempo di visione”, spiega il quotidiano francese Le Monde.

Una funzionalità che non piace per niente alla Commissione Europea visto che “è stata lanciata senza una preventiva e diligente valutazione dei rischi che comporta, in particolare quelli legati all’effetto di dipendenza delle piattaforma, e senza adottare efficaci misure di mitigazione dei rischi”, soprattutto perché TikTok non ha dei “meccanismi efficaci per verificare l’età degli utenti”. Tutti elementi che vanno contro il DSA.

L’indagine della Commissione Europea

L’indagine della Commissione si concentrerà su due aree. La prima riguarda il rispetto da parte di TikTok dell’obbligo di condurre e presentare un documento di valutazione dei rischi prima di introdurre il programma Task and Reward, che potrebbe avere un impatto negativo in particolare sulla salute mentale di adulti e minori; la seconda area di indagine riguarda le misure adottate da TikTok per mitigare i rischi.

“I flussi infiniti di video brevi e veloci possono essere considerati divertenti, ma espongono i nostri figli a rischi di dipendenza, ansia, depressione, disturbi alimentari, scarsa capacità di attenzione […] Sospettiamo che TikTok ‘Lite’ possa essere tossico e creare dipendenza come le sigarette ‘light’.

“A meno che TikTok non fornisca prove convincenti della sua sicurezza, cosa che non ha fatto finora, siamo pronti a far scattare le misure provvisorie del DSA, compresa la sospensione della funzione TikTok Lite, che sospettiamo possa generare dipendenza. Non risparmieremo alcuno sforzo per proteggere i nostri figli”, ha dichiarato Thierry Breton, massimo responsabile dell’applicazione del DSA e attuale Commissario europeo per il mercato interno e i servizi.

TikTok ora ha tempo fino alla fine di questa settimana per presentare i documenti richiesti, altrimenti la Commissione potrebbe sospendere temporaneamente questa funzionalità fino al termine delle indagini.

Prodotti consigliati

Corso di Formazione

Diventa un esperto di Seo Specialist inizia la tua carriera da Copywriter

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo

In collaborazione con